Elezioni, Lega al lavoro per elaborare un piano per la sicurezza

30 gennaio 2016

DA RIMINI TODAY 30 gennaio 2016

Il candidato sindaco del Carroccio attacca frontalmente l’amministrazione Gnassi, accusandola di aver trasformato la città in un territorio fuori controllo, un vero e proprio far west.
“Servono più fatti e meno chiacchiere: Noi stiamo già lavorando a testa bassa per elaborare progetti e proposte concrete per far fronte al fenomeno della criminalità. Proporremo l’adozione di nuove tecniche per combattere la delinquenza e rendere il nostro territorio più sicuro, di giorno così come di notte”. Queste sono le linee guida che il candidato sindaco della Lega Nord Romagna, Marzio Pecci, ha individuato per cambiare il volto di Rimini.
“Coinvolgeremo istituzioni e cittadini per sperimentare nuove azioni di controllo di prossimità del territorio, ricorrendo anche ad app gratuite e all’utilizzo consapevole dei social media, sostenendo i gruppi spontanei di residenti che si impegneranno nel fare rete ‘pattugliando’ i quartieri e accorciando ulteriormente le distanze tra forze dell’ordine e riminesi; andremo quartiere per quartiere a fare formazione sulla prevenzione”, annuncia Pecci. Il candidato sindaco del Carroccio attacca frontalmente l’amministrazione Gnassi, accusandola di aver trasformato la città in un territorio fuori controllo, un vero e proprio far west: “Rimini è una città insicura in tutto e per tutto: lo percepiscono i cittadini, lo evidenzia la stampa locale e lo conferma pure quella nazionale. Il Sole 24ore piazza la città romagnola al secondo posto in termini di criminalità dietro a Milano. Colpa di una Giunta evidentemente inadeguata a preservare la sicurezza e tutelare i cittadini”.
“Sono evidentemente altri gli interessi di questa amministrazione e del sindaco uscente – chiosa -. Abbiamo visto fino ad oggi il primo cittadino preoccuparsi solo di far cassa con autovelox e multe a raffica”. Il dato statistico fornito dal Sole 24 Ore evidenzia come Rimini balzi addirittura al primo posto con 5.684 episodi denunciati, per non parlare dei borseggi cresciuti in un solo anno di oltre il 6%: “Che dire poi dei furti in abitazione che hanno subito un’impennata addirittura del 10.73%? – si chiede Pecci -. Le spaccate, i furti in abitazione così come quelli negli esercizi commerciali
di tutto il territorio sono ormai fenomeni all’ordine del giorno e l’unica cosa che sentiamo dire a Gnassi è che i territori saranno costretti a stringere i denti senza uno Stato che metta la sicurezza al primo posto”. Sono parole che ci aspetteremmo se al Governo ci fossero forze politiche ben diverse da quelle attuali, ma dato che in questo momento governa il PD, il suo atteggiamento rappresenta il più classico esempio di come il Partito Democratico giochi allo scarica barile”, conclude.

Annunci

RIMINI, amministrative 2016

27 gennaio 2016

Da ora in avanti occorre riunire tutte le forze e le energie delle persone di buona volontà per debellare l’epidemia del PD che in settanta anni di amministrazione ha bloccato ed ingessato il comune e tutti gli enti minori. Sicuramente le forze di centro destra responsabili sapranno organizzarsi per contribuire a guarire Rimini dall’epidemia come già è accaduto in alcuni comuni del circondario.

 


Amministrative Rimini, candidato Sindaco

27 gennaio 2016

27 gennaio 2016

Se anche tu sei stufo dell’illegalità e delinquenza che regna a Rimini;

Se credi che le cose debbano cambiare;

Se non vuoi più vedere ladri legali e illegali;

Se il sistema radicato di interessi e intrallazzi ti fa schifo;

Se sei stanco di clandestini in ogni angolo della città;

Se vuoi una politica che metta al primo posto gli Italiani, i nostri lavoratori, i nostri pensionati, i nostri giovani e gli stranieri REGOLARI che lavorano onestamente;

Questo è il momento per entrare nella nostra squadra!

Non ci importa cosa sai fare;

Non ci importa la tua età;

Non ci importa il tuo sesso;

Ci importa solo la tua voglia di cambiamento e di fare!

 

Chiedi di partecipare ai nostri incontri e alle nostre attività. Troverai un gruppo che diventerà parte della tua famiglia……UNA FAMIGLIA CHE METTE PRIMA GLI INTERESSI DEGLI ITALIANI!


RIMINI, ELEZIONI AMMINISTRATIVE: MARZIO PECCI CANDIDATO A SINDACO PER LEGA NORD E LISTA CIVICA

25 gennaio 2016

Da Newsrimini di sabato 24 gennaio 2016:

Tempo di presentazione per la squadra della Lega che davanti a molti attivisti nelle sale del Palazzo del Podestà ha incontrato la stampa. Presenti il segretario nazionale della Lega Nord Romagna Jacopo Morrone, il candidato sindaco Marzio Pecci, e molti dei rappresentanti istituzionali della Lega. Tra il pubblico assenti invece gli esponenti di Forza Italia e Fratelli d’Italia mentre c’era l’ex 5 Stelle Luigi Camporesi.

//

Le parole del segretario. Porte sempre aperte per gli alleati, Forza Italia e Fratelli d’Italia ma anche le civiche (una si presenterà a breve), ma il candidato della Lega è Marzio Pecci. “Non abbiamo bisogno di fenomeni – spiega il segretario della Lega Nord Romagna Jacopo Morrone in conferenza stampa – ma di persone perbene e di una squadra per mandare a casa Gnassi e il Pd.” Il tempo, emerge nelle parole di Morrone, è un aspetto fondamentale: si voterà il 12 giugno e sei mesi sono necessari per creare un’alternativa credibile e farlo comprendere ai cittadini. Questo il motivo della scelta di Pecci. Nome, dice Morrone, che già prima di Natale avevamo sottoposto ai coordinatori nazionali. E se da Forza Italia o altri arriveranno altri nomi? “Ho sentito della disponibilità di una imprenditrice – dice il segretario – e sono contento. Potrebbe fare il vicesindaco o essere un ottimo assessore”. 

A testimoniare che conta Rimini e  non i singoli, tutti hanno indossato una felpa col nome della città e sul braccio sinistro il simbolo della Romagna. “La prima cosa da fare – dice il romagnolo Morrone – sarebbe staccarci dall’Emilia.

Le parole del candidato: il Galli lo inauguro io. Marzio Pecci, anche lui con la felpa d’ordinanza, spiega di aver accettato la candidatura da “civico” con esperienza in politica e di essere stato convinto dalla grande presenza di giovani nella squadra. Il candidato mette poi in fila alcuni degli aspetti che nel corso del prossimo mese diventeranno i punti del programma elettorale. In primis la sicurezza (“serve maggior presidio del territorio. Facciamo uscire il personale amministrativo dagli uffici e portiamolo in strada”), poi la trasparenza amministrativa e la rapidità nel rispondere alle necessità dei cittadini. E ancora, il turismo (“valorizziamo la cultura”) e la ricucitura tra centro e mare senza dimenticare le periferie (“l’attuale amministrazione ha privilegiato il centro storico”).

Ai microfoni di Icaro Tv poi Pecci parla anche delle grandi opere in corso: “non abbiamo intenzione di bloccare i cantieri, anzi. Per quanto riguarda il teatro Galli – conclude – ringrazio Gnassi per i ritardi accumulati così sarò io ad inaugurarlo da sindaco.”

Entro metà marzo arriverà a Rimini anche il segretario Matteo Salvini.