RICCIONE: il sindaco sulla rima mobiliterà l’ufficio legale

5 settembre 2010

Caro sindaco,
leggo oggi sui giornali ciò che ieri avevo mandato su questo blog e cioè che alcuni cittadini hanno trovato la rima sul Suo cognome. Leggo altresì che Lei minaccia querele, magari a spese del comune, perché si sente diffamato.
Detto che trovo scandaloso il ricorso alla magistratura a spese del comune (è un vezzo degli amministratori visto che il Suo predecessore Imola lo ha fatto contro di me … tre denunce per diffamazione, tre assoluzioni … ed io le spese le ho pagate di tasca mia) mi sarei aspettato da Lei l’unica risposta possibile e cioè una inequivoca dichiarazione per dire che la Sua giunta avrebbe perseguito una politica ambientale e non di speculazione urbanistica come si paventa col parco Ticino, con il Bombo e/o con piazza Unità.
Sindaco i cittadini all’amministratore pubblico chiedono atti chiari e trasparenti compiuti nell’interesse loro … non denunce!
Non me ne voglia!!

Annunci