RICCIONE: ecco come vengono spesi i proventi delle multe

28 novembre 2008

Dalla risposta ricevuta dall’assessore Serafino Angelini, alla mia interrogazione, per conoscere quanto del ricavato derivante dalle sanzioni amministrative al codice della strada era stato investito, dall’inizio legislatura, in sicurezza stradale è emerso che nemmeno una lira viene destinata, dal comune di Riccione, al problema contrariamente a quanto, pubblicamente, assume l’amministratore.

Riporto la risposta ricevuta affinché i cittadini abbiano a constatare la veridicità della mia affermazione.

                                                                           Riccione, 26 novembre 2008

 

Al Consigliere Comunale

MARZIO PECCI

                                    SEDE

 

 

OGGETTO: Risposta all’interrogazione /interpellanza sul tema “Viabilità”, presentata nella seduta di C.C. del 02.10.2008

 

In merito all’interrogazione / interpellanza presentata sul tema in oggetto, si presenta l’elenco,dei proventi dell’anno 2008 derivanti dalle Sanzioni Amministrative Pecuniarie per le violazioni alle norme del Codice della Strada, in base all’articolo 208 C.d.S.:

 


Voci di spesa

 

               Descrizione

 

Importo in Euro

3039.00….

Polizia Municipale – Acquisto beni di consumo

   Spese diverse per Polizia

144.000,00

3040.00….

Polizia Municipale- prestazioni di servizi

   Spese diverse per Polizia

249.500,00

3042.00….

Polizia Municipale – utilizzo beni  di terzi

   Spese diverse per Polizia

58.500,00

7139.00….Spese segnaletica stradale-acquisto beni

Spese per la circolazione e la segnaletica

44.000,00

7140.00…segnaletica stradale-prestazioni servizi

Spese per la circolazione e la segnaletica

42.000,00

7824.00…prestazioni di servizi

   Spese diverse per parcheggi

215.000,00

7823.00…acquisto beni di consumo

Spese diverse per parcheggi

5.000,00

3011.01.01

Retribuzione personale non di ruolo

36.128,00

3011.02.01

Contributi obbligatori

12.391,00

3001.01.01 – 3001.02.01

Quota

Retribuzione personale di ruolo e contributi – Quota

1.093.481,00

TOTALE

 

1.900.000

 

 

 

 


RICCIONE: le multe per pagare i dipendenti

27 novembre 2008

Nel consiglio comunale del 27 novembre l’amministrazione risponderà all’interpellanza che ho presentato per conoscere gli investimenti che vengono fatti sulla sicurezza stradale con i proventi delle multe.

Venerdi pubblicherò la risposta. Temo che gli investimenti saranno una minima parte…. vedremo.


CONSIGLIO NAZIONALE: Forza Italia nel Pdl per acclamazione, mandato a Berlusconi

24 novembre 2008

Il Consiglio nazionale di Forza Italia, riunito all’Auditorium alla Conciliazione di Roma, ha approvato per acclamazione la mozione unica che sancisce l’ingresso del nostro partito nel Popolo della libertà. Il documento ha conferito al Consiglio nazionale, fino al 31 dicembre 2009, il potere di definire ed indirizzare la politica di Forza Italia. Il Consiglio nazionale con l’approvazione del documento dice sì al percorso politico “di cui Forza Italia sarà protagonista” di costruzione del Pdl ed “affida a Berlusconi pieno mandato per le scelte e gli adempimenti in vista del congresso”.


EUROPA: La sentenza della Corte europea sulla lingua italiana è un contributo per uscire dalla penalizzazione

20 novembre 2008

Giro: La Corte di Giustizia Europea ha accolto un ricorso del Governo italiano per il mancato utilizzo della lingua italiana nel bando di un concorso della Commissione europea. “La notizia e’ giunta come un fuoco d’artificio mentre era in corso il Consiglio europeo dei Ministri della Cultura competenti in materia – ha commenta il sottosegretario per i beni e le attivita’ culturali Francesco Maria Giro – Era proprio il momento in cui stavo confrontandomi sulla proposta di risoluzione della Commissione sul tema del multilinguismo. L’Italia che stavo rappresentando aveva chiesto alla Commissione di farsi garante della difesa di tutte le lingue degli Stati membri nella diffusione dei testi istituzionali, delle proposte di risoluzione, dei regolamenti, dei bandi di concorso e dei bandi di gara con evidenza pubblica. La sentenza della Corte Europea fara’ rumore e contribuira’ ad uscire da una discriminazione che penalizzava molti paesi europei, come l’Italia, a vantaggio di altri”.


ELUANA: la decisione della Corte di Cassazione

13 novembre 2008

La decisione della Corte di Cassazione che ha dichiarato inammissibile il ricorso della Procura di Milano e che rende così possibile la sospensione dell’alimentazione che tiene in vita Eluana mi fa stare male…. eppure credevo che la vita fosse un valore assoluto.


BERLUSCONI: il miglior Presidente per questo Paese

12 novembre 2008

Oggi il Presidente Berlusconi ne ha fatto un’altra: all’incontro con il Presidente brasiliano Lula si è portato i suoi gioielli brasiliani del Milan.

 

 

 

Bravo Presidente, sicuramente l’Italia da oggi ha un altro amico!


Parigi: C. Bruni, felice di non essere più italiana

9 novembre 2008

Dopo le dichiarazioni di Carla Bruni concordo pienamente con la dichiarazione del Presidente Francesco Cossiga che voglio riportare per i miei lettori: “Anche noi italiani siamo ben lieti che Carla Bruni non sia più italiana, anzi siamo addirittura felici. Chissà che un giorno Carla Brunì non sia costretta dalla sua burrascosa vita a richiedere la cittadinanza italiana», ha commentato il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga.

Grazie Presidente.


RICCIONE: salviamo la colonia Enel, anche gli architetti sono d’accordo

7 novembre 2008

Durante l’approvazione del Rue ho criticato la volontà dell’amministrazione di consentire l’abbattimento della colonia Enel per costruire un albergo.

Nella discussione, così come avevo difeso i villini, mi sono battuto per difendere la colonia Enel dalla demolizione – e dalla speculazione – perché essa rappresenta un pezzo importante dell’architettura italiana presente a Riccione.

E se è vero che la storia è una forma intellettuale per comprendere il mondo, un’opera architettonica rappresenta il linguaggio, il pensiero di quel mondo.

Il mio intervento, purtroppo, è caduto nel vuoto e la maggioranza ha approvato le norme che consentono l’abbattimento dell’edificio.

Fortunatamente il tempo rende giustizia ed oggi per la tutela della “colonia Enel” scende in campo anche l’ordine degli architetti che, in data 21 ottobre 2008, ha indirizzato una lettera al Sindaco di Riccione, alla Soprintendenza dei beni culturali ed al Presidente della Provincia per chiedere la tutela dell’immobile.

Scrive l’ordine: la colonia Enel “.. costituisce una delle testimonianze di qualità dell’architettura delle colonie del secondo dopoguerra…” e che “ .. è stata inserita nel Registro delle opere di architettura di qualità del secondo Novecento in Emilia Romagna a cura dell’Istituto per i Beni artistici e culturali della Regione … “.

Spero che l’intervento degli ordini professionali insieme alle critiche di chi è contro la speculazione induca il Sindaco e l’amministrazione, nell’interesse dei cittadini, a salvare l’opera realizzata dall’arch. De Carlo nel 1963.


RICCIONE: il sindaco spaccone

5 novembre 2008

Il potere obnubila la mente. Il sindaco Imola si dimentica di appartenere al partito al partito delle liberalizzazioni di Bersani… (vi ricordate le lenzuolate e la liberalizzazione degli orari?) e si dimentica anche di essere al governo di una cittadina che ha fatto dello shopping invernale una delle principali attrazioni per i cittadini della Regione ed impone, così, la chiusura dei negozi durante il ponte delle festività dei santi.

Non bastasse ciò fa piovere multe salatissime sulle attività che hanno osato sfiorare il divieto ed oggi – dopo aver incassato 30.000,00 € – conscio dell’errore commesso, dichiara alla stampa di voler donare i proventi delle sanzioni in beneficenza come se si trattasse di denari suoi e non della pubblica amministrazione.

Riccione ha un Sindaco che pensa ad una amministrazione comunale come cosa propria e non come bene collettivo…. e allora dicimoglielo chiaro: non è così signor sindaco il comune non è Suo!

Già qualche tempo fa mi avevano riferito di un intervento del “sindaco salvatore” durante l’esecuzione di uno sfratto nel quale “da sindaco” – attenzione non da semplice cittadino – si rese garante del debito del conduttore sfrattato lasciando stupefatti avvocati ed Ufficiale Giudiziario!

Di fronte a queste vergognose vicende non possiamo tacere ed allora vogliamo invitare il sindaco a smettere di indossare i panni dello sceriffo, del benefattore, del garante, dello spaccone e di tornare a fare il sindaco con serietà e modestia…. la città ne ha bisogno.   


Stranieri, si allarga la stretta sui ricongiungimenti familiari

2 novembre 2008

da il sole 24 ore:

La «stretta» sui ricongiungimenti familiari si applica anche agli stranieri in attesa della convocazione della Prefettura per la consegna della documentazione relativa al reddito e all’alloggio. Lo segnala il ministero dell’Interno con una circolare.
La domanda di ricongiungimento non potrà più essere presentata per il coniuge minorenne, per figli maggiorenni che non siano totalmente invalidi e per i genitori ultrasessantacinquenni che possono contare nel Paese d’origine su altri figli non invalidi. Se nel Paese d’origine non vi sono autorità accreditate o si teme l’utilizzo di false attestazioni, la certificazione sui rapporti familiari è rilasciata, a spese del richiedente, dalle rappresentanze diplomatiche italiane in base all’esame del Dna.