SEPARAZIONE DEI CONIUGI: deducibilità dell’assegno

14 giugno 2008

L’assegno di mantenimento, disposto dal giudice, per il coniuge separato, costituisce un onere deducibile dal reddito complessivo. Per godere della deducibilità esso deve essere esposto nel modello UNICO con l’indicazione del numero di codice fiscale del coniuge beneficiario.

Gli assegni destinati al mantenimento dei figli non sono deducibili. Si precisa che quando il provvedimento giudiziario non distingue espressamente quanto si riferisce al coniuge e quanto ai figli l’importo dell’assegno si considera destinato al coniuge nella misura della metà.

L’assegno una tantum, riconosciuto al coniuge in sede di divorzio, non è deducibile


GOVERNO: I PRIMI PROVVEDIMENTI

14 giugno 2008

Le prime disposizioni, di carattere fiscale, approvate dal Governo Berlusconi, che meritano di essere segnalate riguardano l’abolizione dell’ICI dovuta sull’abitazione principale e sulle sue pertinenze (cantina, posto auto o box) già a partire dal 2008 per cui il prossimo 16 giugno non si dovrà pagare alcun acconto.

Ricordo che sono esclusi dall’esenzione gli immobili accatastati nelle categorie A/1 (abitazioni signorili o di lusso), A/8 (ville) e A/9 (castelli).


ISTAT adeguamento per aprile 2008

14 giugno 2008

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 117 del 20/5/08 è stato pubblicato l’indice di aggiornamento Istat a decorrere dalmese di marzo 2008, che è del 3,3%.

Per chi è titolare di contratti di locazione i canoni vanno adeguati in ragione annua del 2,475% (che corrisponde al 75% del 3,3%), mentre lo scatto biennale è del 3,6% (pari al 75% del 4,8%).